Il mondo delle percussioni

Un laboratorio per conoscere ritmi e “uso” delle percussioni

diretto da: Giorgio Del Rio

8/11 AGOSTO 2011

Orario: 11.00 -13.00

Costo iscrizione: 110 € (comprensivo di alloggio e tessera associativa) + 20 € (quota assicurativa)

numero allievi: 10 massimo

materiale necessario: l’allievo dovrà presentarsi al corso munito di proprio strumento.

Scarica la scheda d’iscrizione

Note sul laboratorio:

Il laboratorio ha lo scopo di avvicinare al mondo delle percussioni tutti coloro che sono affascinati da ciò che ci viene molto istintivo: battere su qualsiasi cosa per creare un ritmo!

In questi ultimi anni si è assistito ad un fenomeno sociale di aggregazione dei giovani, e meno giovani, dovuto all’uso di un tamburo ribattezzato “bongo”; in effetti il “bongo” non esiste e, generalmente, lo strumento usato è più propriamente chiamato “djembe” e, grazie a questo strumento, i partecipanti avranno la possibilità di imparare la tecnica per l’esecuzione corretta dei colpi e conseguentemente la realizzazione di alcuni ritmi ancestrali dell’Africa dell’ovest, che gli storici ritengono essere la culla della cultura del mondo. Durante i giorni del laboratorio si avrà quindi modo di conoscere, non solo la tecnica e i ritmi, ma anche la loro provenienza, cenni storici, costruzione e accordatura degli strumenti; inoltre verrà trattata la loro evoluzione fino ad arrivare alla creazione della batteria con relativi esempi ritmici.

Il laboratorio consentirà perciò ai partecipanti, oltre all’acquisizione della tecnica, la realizzazione sia di ritmi tradizionali, che la creazione di ritmi derivanti dalla fantasia dei musicisti e ne verrà studiata la loro applicazione all’interno di strutture melodiche.

Giorgio Del Rio

percussionista e batterista inizia la sua attività nel 1980 e incide alcuni album con varie band isolane. Inizia gli studi di batteria nel 1982 prima con maestri isolani e successivamente con grandi maestri come Dom Famularo, Joe Porcaro, Max Furian e il percussionista cubano Ray Mantilla. Nel 1987 entra a far parte della compagnia teatrale Cada Die Teatro di Cagliari con la quale lavora come musicista negli spettacoli “Apriti cielo” , “L’Antigone”, “Il volo di Leandro”, “Mariposa”  e inoltre realizza diversi laboratori teatrali. Contemporaneamente si dedica allo studio delle percussioni africane, studi iniziati nel 1990, e approfonditi con il maestro Sena M’Baye (percussionista del balletto nazionale del Senegal). Nel 1999 inizia la collaborazione con l’associazione culturale “Afrodanza” diretta da Donatella Padiglione e contemporaneamente comincia gli studi delle percussioni arabe. Nel 2000 si reca in Senegal per studiare con il grande maestro Mahamadou Fal “Medounkoulè” (primo percussionista del balletto nazionale del Senegal) al teatro “Sorano” di Dakar, studi che continueranno nei successivi 4 anni. Contemporaneamente continua la sua attività di musicista collaborando alla realizzazione di diversi progetti musicali con artisti italiani e stranieri (Sunu Africa, Papa Winnie etc….) e prosegue gli studi delle percussioni arabe con i maestri Zaza Hassan (Egitto) e Mohamed Abdallah (Egitto) Dal 2003 collabora con l’associazione “centro studi danza animazione arte terapia” diretto da Vincenzo Pusceddu. Dal 2001 ad oggi sono molteplici le tournée con il gruppo Dunumba afro percussion band, con gli Zaman (reggae) e con la compagnia teatrale Cada Die Teatro. Nel 2005 si reca in Burkina Faso e approfondisce gli studi con il famoso percussionista Sekou Dembelè (del gruppo Yelembà). Nel 2006 è in scena nel nuovo spettacolo della compagnia Cada die teatro “Chisciotte fenicottero”, come musicista e attore e nel 2007 e 2008 si reca in Guinea per approfondire gli studi con il maestro Yamoussa Camara. Nel 2009 entra a far parte del gruppo musicale degli Almamediterranea. Dirige i corsi di percussione africana presso l’Afrodanza e tiene corsi di batteria nei locali di Cagliari associati al GM drum di Torino e in collaborazione con il Bateras Beat di S.Paolo (Brasile)