________________________________________________________________________________

Perché percorsi teatrali…

Esistono molti modi, strade diversissime, territori talvolta con longitudini quasi opposte, che si possono percorrere per creare uno spettacolo teatrale. Ma quando lo spettacolo, il teatro, il rito, accade e si compie, a ben guardare, i minimi termini, gli elementi che soli lo rendono concreto, sono gli stessi qualunque sia stato il percorso, gli attori gli spettatori e la convenzione condivisa di uno spazio. Il festival “Percorsi teatrali” è questo, un progetto culturale che partendo dallo spettacolo come punto di intersezione tra i diversi “percorsi”, guarda le loro diversità, le loro interazioni con le altre arti e cerca di portarle nella quotidianità del pubblico.

E’…

un incontro insomma tra generi, linguaggi, interpreti, autori, tradizioni e culture; un tracciato di emozioni che fluisce da e in tempi ( e luoghi )diversi. Un incontro tra chi attraverso questo “percorrere esperendo” ricerca diversità da condivere.
Qualcosa che accade insomma…
in una convivenza quotidiana e ridiscussa, al termine di ogni giorno e di ogni spettacolo, tra una comunità e il teatro, la didattica teatrale, la musica e la letteratura. Non la fugacità di un evento, ma uno scambio continuo e quotidiano, una condivisione di spazi e territori dell’altro. Soffermando la lente della scoperta sulle diversità della comunità che accoglie, Santulussurgiu, di quella accolta il teatro e il percorso che le attraversa.

Percorsi teatrali…

una mappa, che cerca di spostare i suoi segni cambiando i confini di ciascuno per poco o per sempre, un sentiero, quasi mai una scorciatoia, che cerca di attraversare confini e barriere, sempre reali e quasi sempre intangibili, tra noi e gli altri.

Con il teatro…

in questo tempo, nel nostro mondo, nel nostro luogo, sia esso paese o città,
non importa solamente quali “percorsi” s’intrecciano in ciascuno,
ma quali e quante intersezioni trovare nel nostro fare teatro o, semplicemente, in quanti modi riuscire a partecipare al teatro di tutti.